Parodontologia

Il campo della Parodontologia comprende problemi che vanno dalla semplice gengivite alla più complessa parodontite cronica dell’adulto (detta anche malattia parodontale o piorrea alveolare).

Questa patologia colpisce, in varia misura, circa il 60% della popolazione italiana e consiste in una infiammazione delle porzioni più profonde della gengiva provocata dai batteri provenienti dalla placca, con la formazione di tasche parodondali: nel tempo essa può determinare il riassorbimento dell’osso che circonda il dente e e mobilità dentaria.
I mezzi a nostra disposizione per affrontare queste patologie vanno dalla semplice rimozione del tartaro e della placca con l’ablatore ad ultrasuoni sino alla levigatura delle radici con curette a mano ed ultrasoniche, a cielo coperto oppure esponendo chirurgicamente le stesse radici. Questi interventi mirano a ridurre l’infiammazione che colpisce il parodonto (cioè le gengive, le fibre gengivali e l’osso alveolare) eliminandone le cause.

I difetti estetici della gengiva, come recessioni o assottigliamenti, possono poi essere affrontati con interventi chirurgici muco-gengivali: si va da lembi a riposizionamento apicale o coronale sino a innesti liberi di gengiva.

In casi selezionati è possibile riparare i danni provocati dalla piorrea grazie alla rigenerazione ossea guidata. Qualora le tasche ossee lo permettano è possibile cioè colmarle utilizzando del materiale sintetico che in pochi mesi ha la capacità di trasformarsi in osso sano.  Condizione indispensabile per la riuscita è che il difetto venga isolato mediante l’ausilio di una membrana posta tra il difetto stesso e la gengiva sovrastante.
La tecnica della rigenerazione ossea guidata è utilizzata con notevole successo anche nel campo dell’Implantologia, dove consente di recuperare notevoli quantità di osso.

Annunci
%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: